Percorsi sensoriali

Ogni settimana un giorno per far vivere ai piccoli (divisi tra 12-24 mesi e 18-36 mesi) un'esperienza sensoriale che stimoli e formi le emozioni e l'apprendimento del bambino.  In questi mesi ci siamo meravigliati con il tavolo luminoso, abbiamo dipinto a terra, in verticale, con mani, piedi, colore, schiuma da barba, abbiamo scoperto l'argilla, allenato la nostra motricità fine con l'arte dell'infilo, sperimentato nella vasca di sabbia, travasato e seminato nella terra, scoperto scatole sensoriali, fatto collage allo specchio…

 

PROSSIME DATE

 23|01 ore 16.30   Scatole sensoriali dai 2 anni 

30|01 ore 10.00   Prelibri dai 6 mesi

06|02 ore 10.30   Tavolo luminoso solidi e liquidi dai 12 mesi

13|02 ore 10.30   Morbido come l'argilla dai 18 mesi

20|02 ore 10.30   Coloriamo con le mani e i piedi dai 18 mesi

05|03 ore 16.30   Trasformazioni e impasti dai 18 mesi

12|03 ore 16.30   Pittura in verticale dai 18 mesi

19|03 ore 16.30   Dedicato al papà, anche per mamme dai 18 mesi

26|03 ore 16.30   Magie di luce con il tavolo luminoso dai 18 mesi


 

Che cosa vuol dire per il bambino partecipare ai nostri percorsi sensoriali?

- rafforzare il legame con il genitore

- affrontare i momenti di crescita attraverso attività adatte

- rafforzare la creatività

- migliorare il coordinamento occhio - mano
- portare la relazione con il genitore all'interno di un gruppo di bambini con altri genitori
- confrontarsi con coetanei e bambini più piccoli o più grandi
- vivere emozioni attraverso i materiali
- accrescere le proprie abilità

- divertirsi

 

Che cosa significa per il genitore partecipare insieme al proprio bambino?

- affrontare le fasi di crescita del proprio bambino

- relazionarsi con il bimbo con un "linguaggio" a lui comprensibile

-ritrovare la creatività

-attingere alla propria competenza ludica e riscoprire il piacere del gioco

- avere supporto e consulenza da parte di una arteterapeuta

 

Per chi avrà partecipato ad almeno due dei nostri incontri sarà possibile richiedere una consulenza dell'arteterapeuta sul proprio bambino in base agli elaborati creati o all'esperienza fatta durante i percorsi.