Ai confini dell'oasi Boza a Cassano Magnago (VA)

campo estivo

il bosco dei curiosi

Vincitore del premio Bambini e Natura 2019


Un'esperienza di apprendimento e gioco immersi nella natura. Ritrovare libertà, tempo lento, spazi ampi nei quali perdersi un po' e ritrovarsi. Mettere alla prova il coraggio, capire i propri limitistupirsi della meraviglia del bosco, studiare la natura, impegnarsi insieme, collaborare, condividere, prendersi cura dell'orto, scoprire ed esprimersi con materiali naturali, imparare a fare nodi e arrampicarsi sugli alberi, ascoltare storie in cerchio sul fieno, parlare di filosofia seduti a terra tra gli alberi, fare musica partendo dai regali del bosco.

Questo abbiamo fatto e molto altro. Con un gran finale per tutte le famiglie... una serata magica con falò, letture, canti e sorrisi intorno al fuoco! 

Le giornate nel bosco saranno piene di grandi emozioni per i piccoli curiosi che avranno la possibilità di misurarsi con la bellezza del mondo attorno a loro e dentro di loro...

Lo spazio del Bosco è in parte organizzato con provocazioni: cucina del fango - bancale della costruttività con materiali del bosco - equilibri sulle corde

tese tra gli alberi - museo delle meraviglie della natura - mucchio di terra morbida - albero della lettura - zona della sabbia - che i bambini sono lasciati liberi di vivere secondo i loro ritmi e desideri.

Nel pomeriggio si propongono attività più strutturate (arrampicata sugli alberi, cacce al tesoro delle natura, land art, pittura con colori naturali...).

 

ll GIOCO LIBERO, senza limiti di tempo o spazio e con POCHISSIME REGOLE ha creato nei bambini uno spiazzamento iniziale per trasformarsi però presto in una RIAPPROPRIAZIONE DELLA LIBERTÀLa cucina di fango ha permesso ai bambini di ESPRIMERE la loro creatività, di lasciar traccia della natura ritrovata e di TRASGREDIRE alla regola del "NON SPORCARSI". Gli equilibri e l'esperienza dell'arrampicata hanno permesso ai bambini di mettere alla prova il loro coraggio, misurarsi con la COSCIENZA DEL PROPRIO CORPO e con il RISCHIO e di lavorare sulla propria sicurezza.

Il museo delle meraviglie della natura era il luogo nel quale i bambini organizzavano le loro raccolte e collezioni con attenzione alla BELLEZZA e al SENSO ESTETICOIl TEMPO al Bosco dei Curiosi è stato LENTO, libero, scandito da poche routine e questo ha permesso ai bambini di ASCOLTARSI e riconoscere i PROPRI BISOGNI, anche quelli di riposo e SILENZIOIl bosco ha insegnato ai bambini a prendersi CURA della natura, degli altri e delle loro cose: i bambini a turno lavavano i piatti degli amici. La vita di gruppo ha portato i bambini stessi a riconoscere fondamentali valori e METODI DEMOCRATICI di CONDIVISIONE.

Sono fondamentali la COLLABORAZIONE e la fiducia nell'altro per riuscire in operazioni che il singolo non avrebbe potuto portare a termine e abbiamo scoperto che in un ambiente naturale non è necessario insegnare la collaborazione ai bambini, per loro è un approccio spontaneo.

 

 La nostra proposta nel 2019 ha vinto un premio speciale di Bambini e Natura, associazione presieduta dalla Prof.ssa Monica Guerra, con questa menzione: "Premio speciale al progetto “Il bosco dei curiosi” dell’associazione La Tana dei Curiosi per la progettualità e per l’esperienza di immersione profonda, che rendono la proposta di un campus una autentica avventura formativa."

 

PROGETTO IN PRATICA:

- La proposta partirà il 14 giugno e terminerà il 30 luglio.

- L’ingresso dei bambini è previsto tra le 8.30 e le 9.30 e l’uscita tra le 15.00 e le 15.30. Cercheremo di scaglionarci sia in ingresso che in uscita per evitare affollamento di genitori.

- Il pranzo (comprese le merende), per ragioni sanitarie, dovrà essere al sacco, a meno che non cambino le direttive. 

 

COSTI:

Il costo per ogni settimana è pari a 135 euro, oltre a tesseramento all'associazione per l'anno 2021 al costo di 15 euro per chi ancora non fosse tesserato.

Per i fratelli è prevista una riduzione del 15% sul secondo bambino iscritto. 

Lo scorso anno avevamo ri-progettato e organizzato il Campo Estivo Il Bosco dei Curiosi per rispondere alla necessità di tutela della salute a seguito dell’emergenza COVID-19, secondo le Linee guida centri estivi e servizi educativi elaborato il 15 maggio 2020 dal Dipartimento per le politiche della famiglia di riferimento, e con le Linee guida regionali emanate con ordinanza N.555 del 29/05/2020. Quest'anno, come lo scorso, pur tenendo alta la vigilanza sulla dimensione sanitaria, continueremo a mantenere alta anche l'intenzione educativa che la nostra proposta estiva ha sempre avuto e terremo ben presente ciò che dall'inizio ha dato forma al nostro progetto: esperienza diretta, immersione nella natura, libertà, confronto, cooperazione, tempi dilatati e attività manuali.