la tana nel bosco

La Tana nel Bosco (Cassano Magnago - VA) accoglierà dal 27 settembre un piccolo gruppo di bambini e bambine di età compresa tra i 2 e i 6 anni, senza nessuna esclusione.

La Tana nel Bosco si propone come un'alternativa in natura alla scuola materna con ateliers permanenti e tante attività ispirate alla pedagogia del bosco per i bambini dai 2 ai 6 anni, con apertura quotidiana dalle 8.30 alle 14.00 e diverse possibilità di frequenza.

Un tempo più lungo è riservato ai bimbi grandi (4/6 anni) che desiderano fermarsi per attività laboratoriali 2 giorni alla settimana (martedì e giovedì) mentre per chi ancora non vuole iniziare un percorso quotidiano diamo la possibilità fino al mese di dicembre di frequentare solo tre giorni alla settimana (lunedì, mercoledì e venerdì).

 

I bambini mangeranno cibo stagionale, naturale, biologico o di produttori locali, a basso impatto.

 

Le attività proposte vogliono essere un’alternativa esperienziale alla scuola dell’infanzia, basate su un approccio integrato tra pedagogia Montessoriana, Steineriana e Reggiana, come già attuato nel precedente spazio ludico ricreativo di Gazzada della Tana dei Curiosi.

 

Ora si aggiunge un grande bosco e tanta erba attorno a noi, e questo ci consente di entrare direttamente nella natura, raccogliendo, esplorando e sperimentando i materiali naturali che il bosco ci regala.

 

Vogliamo che la Tana nel Bosco sia un luogo di incontro dove i bambini possano essere costruttori attivi di conoscenze, guidati dai propri interessi alimentati e supportati dalle operatrici attraverso proposte attive e esperienziali. L’incontro sarà un incontro tra pari, ma anche tra adulti e bambini e tra adulti e famiglie. Il ruolo dell’adulto sarà di partecipazione attenta, attiva ma non invasiva. L’adulto sarà colui che costruirà l’ambiente per i piccoli e li lascerà liberi di esplorare e fare esperienza e che rilancerà quell’esperienza per costruire competenze sempre più affinate.

 

Dedicheremo un giorno alla settimana all’esplorazione del territorio fuori dal Bosco, per scoprire la diversità, i paesaggi, per imparare a stare e a camminare nel mondo e per insegnare al mondo a stare con i bambini.

 

Le persone di riferimento sono come sempre le curiose della Tana. Vogliamo che gli adulti attorno ai bambini siano formati, empatici, non giudicanti, propositivi, ognuno con le proprie e specifiche attitudini:

Luisa porterà i ritmi e il lavoro manuale di ispirazione steineriana e l’approccio dell’arteterapeuta, Claudia porterà le esplorazioni nella natura, le raccolte fatte con occhi curiosi e sguardi attenti suggerite dall’educazione in natura, Benedetta porterà le competenze di un’educatrice di grande esperienza e lo sguardo di chi ha il compito di tenere insieme dentro e fuori.

 

I bambini sono accolti in un’accogliente tana in legno di 30 mq: museo delle scoperte, ambiente di approfondimento che ospita materiali destrutturati e gioco simbolico, spazio laboratori (manipolazione, pittura, falegnameria, tavolo luminoso e molto altro)

 

Chi conosce la storia della Tana dei Curiosi, operativa a Gazzada dal 2016 sa che la nostra frase è “più lenti, più dolci, più curiosi”. Crediamo che in questo nuovo luogo questa frase sarà ancora più vera.

 

Alcuni punti importanti:

Le risposte alle prime domande: